I veri tappeti orientali, lo sapete, sono fatti, anzi, annodati, a mano.
Il che significa che per crearne uno possono servire mesi, anche anni.

Un bravo annodatore iraniano arriva ad annodare più o meno 6 mila nodi in un giorno, se ha a che fare con la lana e un migliaio di meno con la più impegnativa seta.

Il che significa che per un tappeto di solo 3 metri quadri sono necessari più di 4 mesi e un milione e mezzo di nodi.

Un’enormità!
E la pazienza non è l’unica abilità richiesta a un bravo tessitore che deve saper rinchiudere quei nodi in spazi minimi e deve anche avere buon gusto, o tutto il suo lavoro sarà stato fatto per nulla.

Come in molti altri settori della vita umana, anche in questo, volendo, si possono far entrare le macchine, ma, proprio come succede per altri prodotti, i migliori sono ancora quelli tessuti a mano, con tanta fatica e abilità.